10 maggio

Caro George

  • Dino Campana
  • '

Dino Campana

Caro George

Il rapporto tra Francis Bacon e George Dyer nella messa inscena di Antonio Latella con la scrittura di Federico Bellini.
Nell'Ottobre del 1971, a Parigi, una retrospettiva consacra FrancisBacon come uno dei più grandi pittori del suo tempo. Alla vigilia dell a mostra, George Dyer, amante e modello dell'artista irlandese, si suicida nella stanza d'albergo che ospitava entrambi. Davanti ai dipinti che raffigurano George, Bacon rivive la relazione con il compagno, in un momento in cui trionfo artistico e fallimento esistenziale si confondono, diventando anch'essi,inevitabilmente,materia del dipingere.
Così Federico Bellini sintetizza il suo lavoro drammaturgico affidato alla regia di Latella e all'applauditissima interpretazione di Giovanni Franzoni.
di Federico Bellini
regia Antonio Latella
produzione stabilemobile

La compagnia

Qui la cosa forte è la potenza del canto, un canto-testamento che ricorda il film Un chant d'amour di Jean Genet. C'è un rapporto diretto con la morte, sembra di stare davanti a una roulette russa, non sai se e quando il proiettile verrà sparato [?] In Caro George c'è il gusto del monologo santo e assassino, col protagonista che si scinde in due ruoli, e prima è Francis Bacon e poi s'identifica con la figura del suo amante
Antonio Latella

Calendario e biglietti

NELL'AMBITO DI LIFE FESTIVAL
Prezzo intero 14,00 €
acquisto biglietti
maggio 2016
10
martedì
alle ore 20:30

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2017

Top