14 dicembre - 16 dicembre

La crepanza

  • nuova drammaturgia
  • Dino Campana
  • 70'

nuova drammaturgia

Dino Campana

70

ovvero:come danzare sotto il diluvio

La vita è una grande pazza festa con free drink. E questi sono i postumi.

Il Burning Man è una lunga pazza festa che si tiene nel mezzo del Nevada. Ma d'improvviso la folla danzante sparisce e due giovani senza qualità, Amara e Mio, si ritrovano soli nel nulla. Il rave dello sballo si trasforma così in un eremitaggio nel deserto alla scoperta, se non proprio dell'amore, per lo meno di Dio.

La Crepanza è uno spettacolo spiazzante e irriverente su come il senso della vita sia capace di nascondersi nei luoghi più improbabili e pericolosi. Come il deserto del Nevada o il teatro.

un testo di Francesco d'Amore e Luciana Maniaci

con Francesco d'Amore e Luciana Maniaci

regia di Andrea Tomaselli

costumi di Pasquale Pellegrini

musiche originali di Fabio Barovero

Si ringrazia Francesco Sframeli

una produzione Maniaci d'Amore / Fondazione Luzzati - Teatro della Tosse / Nidodiragno

in collaborazione col Teatro di Messina

La compagnia

I Maniaci d’Amore sono Luciana Maniaci (29 anni, nata a Messina) e Francesco d’Amore (31, Bari). Autori a attori teatrali.

Si conoscono frequentando il Master in Tecniche della Narrazione della Scuola Holden di Torino, diretta da Alessandro Baricco.

Nel 2009 formano la loro compagnia, fondata su un connubio prettamente artistico, iniziando a lavorare in qualitĂ  di drammaturghi, attori e formatori, per piĂą realtĂ  torinesi: il Circolo dei Lettori, la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani e la stessa Scuola Holden.

Il loro primo spettacolo Il nostro Amore Schifo nasce nel 2010 per volontĂ  di Antonella Parigi, attraverso una coproduzione tra il Circolo dei Lettori di Torino e il Teatro Regionale Alessandrino.

Nel 2009 hanno portato in scena, insieme a Michele Di Mauro e Anita Caprioli, un testo teatrale dei fratelli Cohen, Quasi una serata, diretto da Marco Ponti e prodotto da Torino SpiritualitĂ , che ha debuttato al Teatro Carignano di Torino.

Nel 2011 il loro secondo progetto, Biografia della peste è entrato nella Selezione Premio Scenario e ha vinto il Premio di Drammaturgia Il Centro del Discorso.

Con Omega, soggetto per un film scritto a sei mani con Fabio Bonfanti sono arrivati in finale al Premio Solinas Idee per il Cinema 2013.

Nel 2014 hanno vinto il Premio Scenari pagani come migliore realtà teatrale dell’anno (premio andato in passato a Marco Baliani, Paolo Rossi, Moni Ovadia, Roberto Herlitzka, Maria Paiato, ecc).

Nel 2014 hanno debuttato al Teatro Gobetti di Torino con Morsi a vuoto, diretto da Filippo Renda, una coproduzione Festival delle Colline Torinesi e Festival Castel dei Mondi di Andria. Lo spettacolo è stato definito dal critico del Corriere della Sera Franco Cordelli tra le “eccellenze” del teatro italiano.

Nel 2015 hanno portato, ancora al Festival delle Colline Torinesi, Blue Kafka, esito di un lungo corso tenuto alla Scuola Holden agli allievi del college Acting.

Nei primi mesi 2015 hanno vinto una menzione speciale al Premio Dante Cappelletti per uno studio preparatorio di uno spettacolo dal titolo La metĂ  di zero e hanno visto pubblicata dalla casa editrice Editoria&Spettacolo la prima parte della loro produzione drammaturgica, La Trilogia del Gioco (Il nostro amore schifo, Biografia della peste e Morsi a vuoto).

La Crepanza nato da una lunga residenza in un lembo isolato di terra siciliana ha debuttato al Teatro Stabile di Torino a gennaio 2016.

Calendario e biglietti

Prezzo intero 14,00 €  - Prezzo ridotto 12,00 €

Se acquisti il biglietto per la prima, il drink di benvenuto te lo offriamo noi! 

L'offerta è limitata e valida solo se prenoti su Facebook. COME PRENOTARE Inviaci un messaggio privato indicando il numero di biglietti, la e-mail e il tuo numero di cellulare: ti risponderemo per conferma.

acquisto biglietti
dicembre 2016
14
mercoledì
alle ore 20:30
15
giovedì
alle ore 20:30
16
venerdì
alle ore 20:30

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2017

Top