28 gennaio

ASHKA della neve

  • Agorà
  • '

Agorà

spettacolo per voce, musica, oggetti e dolci assaggi

Tra ghiacci e boschi innevati, sotto la protezione di una vecchia civetta,  Ashka, giovane donna dagli occhi di foca, compie il suo viaggio.

Una storia di in un tempo e un luogo lontani, di neve e di lune nel cielo a segnare il passaggio dei mesi. Una fiaba che,  come ogni fiaba, racchiude e svela metafore del vivere, del crescere, del cambiare. Evocata attraverso suoni, parole e musica, oggetti, odori e sapori. 

Tra ghiacci e boschi innevati Ashka, giovane donna dagli occhi di foca, compie il suo viaggio: un cammino avventuroso che la porterà in cima alla montagna fino alla tana del grande orso bruno, sorvegliata nei suoi passi dalla magica saggezza di una vecchia civetta guaritrice. All’entrata della tana Ashka affronterà poi la prova più difficile: la paziente conquista della fiducia dell’orso, al quale porterà cibo ogni giorno, mostrandosi e via via avvicinandosi, fino a poterlo guardare occhi negli occhi. Con questa amorosa sapienza tornerà finalmente a casa.

Un’attrice agisce e parla dentro lo spazio magico del racconto, delimitato da un tappeto che raccoglie gli oggetti attraverso cui la storia viene rappresentata: ciotole, tazze, semi, acqua, cucchiai. I gesti quotidiani di una piccola mensa diventano trasposizioni per immagini di luoghi e personaggi della fiaba, dentro lo scorrere intenso di voce e musica, suonata dal vivo in puntuale e delicata simbiosi con il narrare. 

Così viene tessuto via via il filo della storia ma anche una relazione intima, di ascolto e accoglienza, con il pubblico, seduto vicino e intorno alla scena: come Ashka raccoglie, prepara e porta cibo all’orso per addomesticarlo, così la narratrice offre parole e un dolce dono condiviso (lo stesso cibo offerto all’orso) per incontrare e addomesticare i suoi spettatori, in un piccolo rito di ospitalità.   


Lo spettacolo è ideato, scritto e interpretato da Simona Gambaro, i cui gesti e voce sono accompagnati in un preciso e calibrato contrappunto dalle musiche originali, eseguite dal vivo, del musicista compositore polistrumentista Cosimo Francavilla.  

Il Teatro del Piccione si avvale per questo allestimento di una collaborazione d’eccezione: l’artista genovese Alessandra Raggi ne cura l’immagine scenica, elaborando una creazione ispirata alla storia e realizzata con la particolare tecnica da lei prediletta del collage con interventi pittorici.

DAI 5 ANNI

PRIMA DELLO SPETTACOLO, LA DOMENICA ALLE ORE 15.00 LABORATORIO "UN MONDO DI COLORI" a cura di TAGESMUTTER ARCOBALENO 

di e con Simona Gambaro

musiche originali dal vivo Cosimo Francavilla

scene Alessandra Raggi
luci Paolo Piano
produzione Teatro del Piccione

Calendario e biglietti

Prezzo intero 8,00 €  - Prezzo ridotto 6,00 €
gennaio 2018
28
domenica
alle ore 16:00

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2017

Top