14 dicembre - 24 dicembre

TU ES LIBRE

  • Dino Campana
  • '

Dino Campana

di Francesca Garolla

Tu es libre: tu sei libero.

Questa frase è una affermazione, ma anche una domanda.

Tu sei libero?

E se credi di essere libero allora quale è la libertà che saresti davvero in grado di sopportare? Sapresti tollerare una libertà che non parla la tua lingua, che non abita la tua quotidianità, che non rispetta la tua etica o la tua morale? Una libertà per cui l’individuo non è più bene prezioso da difendere, ma solo funzione, o frammento, di una comunità?

Se si parla di libertà è necessario pensare a tutte, tutte, le possibilità. Anche a quelle non previste.


Haner è giovane, è francese, è libera. Ma la sua libertà non è abbastanza per lei.

Haner va in Siria. O forse no. Haner si unisce a Daesh, o forse no.

Si convertirà all’Islam più radicale, o forse no. Si innamorerà di un combattente. O forse no. Rinuncerà a qualcosa, o forse no.

Si farà esplodere in un supermercato. O forse no.

Haner cerca la sua libertà. Semplicemente. Una libertà feroce, che non si fa controllare, definire o interpretare, quella libertà che è oltre i morti e oltre i vivi. Oltre il bene e oltre il male.

Il testo ricostruisce, attraverso le voci di chi ha conosciuto Haner, chi è, o era, Haner. Cosa l’ha spinta a partire. Cosa l’ha spinta, forse, a cambiare.

La madre, il padre, un innamorato, un’amica, raccontano Haner e i sette giorni prima della sua partenza per il Medio Oriente. I setti giorni che la porteranno ad essere altro da sé. Sette giorni, come sette sono i giorni della creazione nella Bibbia e nel Corano.

Solo sette giorni per creare un mondo.


Il testo è stato scritto all’interno di una residenza artistica realizzata a La Chartreuse – Centre National des écritures du spectacle di Villeneuve Lez Avignon, centro di drammaturgia francese che promuove la creazione artistica degli autori teatrali e che per il 2016 ha sostenuto il percorso di Francesca Garolla.

E’ stato tradotto in francese ed è stato presentato come mise en espace all’interno dei Rencontres d’été de la Chartreuse durante il festival d’Avignone 2017.

di Francesca Garolla

regia di Renzo Martinelli

con Liliana Benini, Maria Caggianelli, Francesca Garolla, Viola Graziosi, Alberto Malanchino, Paolo Lorimer

scene Renzo Martinelli

assistente alla regia Riccardo Motta

suono Giuseppe Ielasi

luci Mattia De Pace 

costumi Laura Claus

direzione tecnica Paolo Casati

testo realizzato in residenza a la Chartreuse-CNES, all’interno del Programme Odyssée – ACCR – avec le soutien du Ministère de la Culture et de la Communication

iniziativa realizzata con il sostegno del progetto DE.MO. – Movin’Up – seconda sessione  2015 e del Premio Speciale DE.MO. – Movin’Up promossi dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali; di GAI  – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani; di Fabulamundi Playwriting Europe – Beyond Borders?; di NEXT – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo – edizione 2017/2018


Testo finalista Premio Riccione per il Teatro 2017 e selezionato dalla Comédie Francaise tra le novità più significative della stagione 17/18

Calendario e biglietti

Prezzo intero 15,00 €  - Prezzo ridotto 13,00 €
dicembre 2018
14
venerdì
alle ore 20:30
15
sabato
alle ore 20:30
24
lunedì
alle ore 18:30

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2019

Top