UN MILIONE DI SCATOLE CINESI

  • '

di Emanuele Conte e Amedeo Romeo

"Che ci faccio io qui?" Si domanda qualunque viaggiatore quando è costretto a rimanere fermo. Il viaggiatore che non può partire si sente come in una prigione, irrequieto e infelice. Gli resta solo una risorsa: il ricordo delle mille avventure, degli incontri, dei luoghi fantastici che ha attraversato. 


Marco Polo nella sua cella a Genova non rinuncia al desiderio di esplorare il mondo, non può muoversi, e allora lo fa con le parole, dettando i propri ricordi al compagno di prigionia, Rustichello. 

Molto diversa è la loro visione del viaggio in oriente, per il mercante veneziano è un'occasione per accrescere i propri commerci, importare merci preziose, arricchirsi; per il poeta pisano è un'avventura fantastica, non sempre aderente alla realtà dei fatti, mitizzata e favoleggiante, come in un poema cavalleresco. 

Con gli occhi ora dell'uno, ora dell'altro - e spesso con lo sguardo di entrambi - trasformeremo il borgo di Apricale in un oriente magico, dove un milione di scatole cinesi si apriranno per svelarci un universo infinitamente ricco e moderno, una civilt√† avanzata e spregiudicata, invenzioni, tradizioni, paesaggi che senza Polo e Rustichello non sarebbero mai giunte fino a noi e che, molto pi√Ļ di quanto non immaginiamo, hanno contribuito a far diventare il nostro occidente quello che √® oggi.¬†


di Emanuele Conte e Amedeo Romeo

regia Emanuele Conte 

collaborazione ai testi Alessandro Bergallo, Elisa D'Andrea

musiche Giua

costumi Daniela De Blasio

luci Matteo Selis e Andrea Torazza 

con Nicholas Brandon,  Enrico Campanati, Massimiliano Caretta, Enrico Casale, Pietro Fabbri, Lisa Galantini,  Giua,  Susanna Gozzetti,  Sarah Pesca, Pietro Romeo, Roberto Serpi, Graziano Sirressi, Mariella Speranza

direttore di scena Roberto D’Aversa

attrezzista Renza Tarantino 

fonico Massimo Calcagno

macchinisti Fabrizio Camba, Kyriacos Christou,  Giovanni Coppola

capo elettricista Andrea Torazza

elettricisti Matteo Selis, Davide Bellavia

costruzioni Carlo Garrone

sarta Anna Romano con Naomi Ingaria, Marta Balduinotti, Viviana Bartolini (stagiste)

produzione Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse


Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2019

Top