09 novembre 2016

Al via la collaborazione tra Rotary e Luzzati Lab

Il Rotary Club Genova Sud Ovest, incoraggiato anche da altri Rotary Club della cittĂ  e dal Distretto 2032, ha deciso di sostenere il “Luzzati Lab”, un nuovo spazio multifunzionale promosso dalla Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse a dieci anni dalla scomparsa di Emanuele Luzzati. Nel corso delle attivitĂ  associative saranno quindi numerose le occasioni di conoscenza e di sostegno di questa bella realtĂ  culturale e formativa. 


La prima di queste è l’apertura straordinaria del Teatro della Tosse per la sera di lunedì 14 novembre, alle ore 20:30, dove il Teatro proporrà ai Rotary e alla città un particolare allestimento del Flauto Magico, che segna l'incontro sulla scena tra i burattini di Emanuele Luzzati e Bruno Cereseto - recentemente scomparso e che ricordiamo con affetto - e la musica di Mozart, suonata e cantata dal vivo da un ensemble di musicisti, attori e cantanti lirici che eseguono le principali arie e duetti del capolavoro di W. A. Mozart. A conclusione dello spettacolo gli artisti e la direzione del Teatro saranno a disposizione dei presenti per approfondire le attività del nuovo centro. La serata è aperta al pubblico (15€ costo del biglietto).


“Il progetto rientra nelle attività di promozione artistica e culturale della nostra città - spiega Enrico Montolivo, Presidente del Rotary Club Genova Sud Ovest - esaltandone una delle eccellenze rappresentata da Emanuele Luzzati. Ci auguriamo che possa assumere rapidamente particolare importanza per le possibili ricadute territoriali a livello sociale e occupazionale. Ringrazio Giuseppe Sciacchitano del Rotary Genova Ovest e Paolo Bonanni del Rotary Genova Centro Storico per averci affiancato in questa iniziativa che, grazie anche al supporto di Giambattista Poggi, sta raccogliendo l’entusiasmo e le adesioni che ci aspettavamo ”.


“Con la creazione del Luzzati Lab in Stradone Sant'Agostino, nel cuore del Centro Storico di Genova, la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse conferma il proprio desiderio di radicarsi nel tessuto cittadino in cui opera, riconoscendo l'importanza del mandato ricevuto dall'amministrazione comunale con l'assegnazione dei Teatri di Sant'Agostino - spiega Amedeo Romeo, direttore del Teatro della Tosse. Il Teatro della Tosse è un Teatro per la città, Emanuele Luzzati un'artista che ha portato il nome di Genova nel mondo. Per queste ragioni siamo molto lieti che il Rotary, un'istituzione che da sempre promuove la cultura ed è caratterizzata da uno straordinario attivismo in ambito sociale, abbia deciso di sostenere la nostra iniziativa”.

 

Il progetto

Nell’ottobre del 2016 ha visto la luce a Genova un nuovo spazio multifunzionale denominato Luzzati Lab. Promotore dell'iniziativa è la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse che, a dieci anni dalla scomparsa di Emanuele Luzzati, ha deciso di dedicare al maestro un centro polifunzionale che sia allo stesso tempo sala espositiva, laboratorio di idee, centro di formazione per nuovi talenti e centro di aggregazione per giovani e ragazzi.  


Gli obiettivi del progetto sono:

•Catalogare, conservare e restaurare le circa duecento opere originali (bozzetti e modellini) di Emanuele Luzzati, oltre a un centinaio di elementi fra costumi e scenografie, realizzati su suoi bozzetti dal nostro laboratorio.

•Porsi come punto di riferimento per le professioni legate al mondo dello spettacolo in senso ampio, aprendosi a piĂą possibilitĂ  e offrendo una ricca offerta formativa che comprenda sia la pratica del teatro (recitazione, uso della voce, “movimento”), sia ciò che ne fa parte ma che è dietro le quinte: corsi professionali per macchinisti, elettricisti, fonici, video-operatori,  e per  scenotecnici e costumisti.

•Istituire il premio Emanuele Luzzati per la scenografia e i costumi: l’idea, per ora, è quella di circoscrivere il premio al territorio nazionale, con l’ipotesi di un successivo ampliamento all’Europa prevedendo uno scambio di “competenze” tra artisti (seminari, mostre, incontri/residenze).

•Creare uno spazio espositivo, inaugurato nel gennaio del 2017 con la mostra Lo scenografo della porta accanto, e poi destinato a mostre di altri artisti legati al
mondo del teatro. 

•Aprire uno spazio di aggregazione giovanile, dove bambini e ragazzi delle scuole primarie e delle scuole medie inferiori e superiori, potranno incontrarsi, studiare, frequentare laboratori teatrali e didattici, gratuitamente.
Un luogo di incontro aperto ai bambini, alle famiglie e alla cittadinanza, vivo e vivace, come sarebbe piaciuto a Lele.


Lo spettacolo

di W. A. Mozart, una favola in musica con i burattini di Bruno Cereseto disegnati da Emanuele Luzzati.
Con Alessandro Damerini e Marco Lubrano,
Compagnia del Teatro della Tosse

 La storia d’amore tra l’eroe Tamino e Pamina: un amore contrastato dalla Regina della Notte – madre di Pamina – e propiziato invece da  Sarastro, il mago-sacerdote che alla fine celebrerĂ  le nozze tra i due giovani. Per raggiungere il suo amore Tamino dovrĂ  superare una serie di prove, aiutato da un flauto magico e da uno straordinario compagno di avventure, l’uccellatore Papageno, mezzo uomo e mezzo uccello e curioso abitante dei boschi. Anche Papageno coronerĂ  il suo sogno d’amore insieme alla sua Papagena. Tra piume, stracci colorati e le foreste incantevoli disegnate da Emanuele Luzzati,  lo spettacolo si trasforma in un entusiasmante e coinvolgente viaggio nella fantasia e nella musica di Mozart.

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2017

Top