Il fenomeno Laplante

23 Marzo 2023

2 Aprile 2023
cerco bianco

Date e Biglietti

23 Marzo 2023
8:30 pm
-
sala Dino Campana
24 Marzo 2023
8:30 pm
-
sala Dino Campana
25 Marzo 2023
8:30 pm
-
sala Dino Campana
26 Marzo 2023
6:30 pm
-
sala Dino Campana
28 Marzo 2023
8:30 pm
-
sala Dino Campana
29 Marzo 2023
8:30 pm
-
sala Dino Campana
30 Marzo 2023
8:30 pm
-
sala Dino Campana
31 Marzo 2023
8:30 pm
-
sala Dino Campana
1 Aprile 2023
8:30 pm
-
sala Dino Campana
2 Aprile 2023
6:30 pm
-
sala Dino Campana

Il fenomeno Laplante.
Lo strano caso del Capo Indiano Fascista

Il Fenomeno Laplante lo strano caso del Capo Indiano Fascista, in prima nazionale, una nuova produzione dal testo di Maurizio Patella – finalista al premio “Shakespeare is now 2021” e al Premio Riccione per il teatro 2021 – che vede proseguire la felice collaborazione artistica del regista Emanuele Conte con Luca Mammoli, Enrico Pittaluga e Graziano Sirressi, dopo la fortunata esperienza dello spettacolo Art.

Nato come monologo, Il Fenomeno Laplante non è un monologo. Ma un racconto a più voci.

Una narrazione collettiva di un momento cruciale della nostra storia.

Siamo nella tarda primavera 1924, e l’Italia vive nell’attesa del ritrovamento di Giacomo Matteotti, il deputato socialista rapito a Roma mentre si recava alla Biblioteca della Camera.

In un rimbalzo di accuse e scandali che vedono coinvolte le più alte gerarchie fasciste, il paese sta sprofondando ora nell’anarchia.

Ed ecco che giunge inaspettata la visita di un importantissimo capo tribù pellerossa: Cervo Bianco (White Elk) della Nazione Irochese, venuto in Europa per portare le rivendicazioni del suo popolo presso la Società delle Nazioni. Ma chi è Cervo Bianco? Di lui non si sa quasi niente.  Solo che è un personaggio bizzarro, carismatico, pirotecnico. E con uno splendido copricapo di piume.

Nella sua trionfale tournee lungo lo stivale viene acclamato dalle folle, adorato dalle donne, accolto come il Salvatore della Patria. A quanto pare vuole stabilire una sacra alleanza tra il suo popolo e quello italiano. Vuole vestire i suoi pellerossa in camicia nera!

Un incredibile incrocio di storie che restituisce le debolezze tipiche del Bel Paese.

Un affresco irriverente di un’Italia innocente e cialtrona. Contraddittoria e crudele. Vittima di se stessa. Che da quel momento non sarà più come prima.

 

CREDITI:

di Maurizio Patella
regia Emanuele Conte
con Luca Mammoli, Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi
produzione Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse

PRIMA NAZIONALE

 

BIGLIETTI: da 10 a 18 euro

Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse onlus

Piazza Renato Negri,6 – 16123 Genova

p. iva 01519580995 | codice identificativo 5RUO82D

info@teatrodellatosse.it

Botteghino +39 010 2470793

Uffici +39 010 2487011