Onlife

30 Gennaio 2021

30 Marzo 2021
onlife

Onlife, un nuovo trimestre di attività.
Una finestra aperta sul teatro

Caro spettatore,
come sai i teatri sono chiusi e immaginiamo lo saranno ancora per un po’.

Forse, però, c’è una cosa che non sai, caro spettatore: noi siamo chiusi dentro, mentre tu sei chiuso fuori.

Guardiamo dalla finestra, ti vediamo passare e nella testa ci ronzano le parole di una canzone: questo desiderio di te.

Lo abbiamo ripetuto così tante volte da sembrare ossessivi, ma ora, caro spettatore, lo diciamo a te: il teatro senza di te non ha senso e mentre ci struggiamo, continuiamo a fare il nostro lavoro, per essere pronti al giorno in cui finalmente ti potremo far entrare. 

Anche a porte chiuse il teatro può avere tante finestre. La più semplice da aprire, per parlare con te e per ascoltarti, caro spettatore, si trova sul web ed è fatta da tutti quegli strumenti con cui, in questo lungo anno, abbiamo, volenti o nolenti, imparato a fare i conti.

Si sono dette tante cose sul teatro in streaming, se n’è parlato benissimo e malissimo, raramente lo si è capito e si è fatta molta confusione

Una forma di teatro ibrido che incroci la performance dal vivo con la tecnologia, esiste da moltissimi anni e continuerà ad esistere, a diffondersi e a svilupparsi, ma nulla ha a che vedere con la messa online degli spettacoli dal vivo; è un’altra cosa, ha un’altra funzione. E noi, caro spettatore, non intendiamo fare nessuna delle due cose, non siamo performers della scena digitale – per quanto la cosa ci affascini – e non pensiamo che vedere uno spettacolo seduti davanti a uno schermo si avvicini neppure lontanamente all’esperienza dello spettacolo dal vivo.

Ma abbiamo questo desiderio di te, non riusciamo proprio a starti lontano, perciò ci apriamo come ci è possibile, perché tu possa sbirciare dentro, guardare cosa stiamo facendo, dirci cosa ne pensi, raccontarci i tuoi desideri, aspettare insieme a noi che le sale tornino a riempirsi di persone. 

A partire dal 30 gennaio e fino al 31 marzo, abbiamo pensato ad un programma online, anzi ONLIFE, a un gioco di sguardi vivi tra te e noi, tra noi e te, per creare una nuova intimità e soddisfare almeno un po’, la voglia di teatro che non hai mai smesso di raccontarci. 

Amedeo Romeo

 

Prendendo ispirazione dal manifesto ONLIFE di Luciano Floridi ci immergiamo in un nuovo trimestre di attività in cui cercheremo occasioni di connessione e intimità, tra il pubblico e gli artisti; categorie legate indissolubilmente dalla necessità di essere, insieme, testimoni di ciò che accade all’interno dei teatri, orfani del corpo vivente degli spettatori.

Un trimestre in cui creeremo zone di confronto e di fruizione per condividere video e  incontri con gli artisti,  call to action, laboratori, live streaming, un nuovo sito web, concerti, residenze digitali, progetti per il territorio, testimonianze e serenate.

Tutti gli appuntamenti sono fruibili gratuitamente sul nostro canale youtube e  sulla nostra pagina fb

Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse onlus

Piazza Renato Negri,6 – 16123 Genova

p. iva 01519580995 | codice identificativo 5RUO82D

info@teatrodellatosse.it

Botteghino +39 010 2470793

Uffici +39 010 2487011