Stones and Bones

5 Ottobre 2022

5 Ottobre 2022
sfere di marmo, al centro un danzatore

Stones and Bones è uno spettacolo della compagnia RootlessRoot  con cui i nuovi direttori artistici di Resistere e Creare, Linda Kapetanea e Jozef Fruĉek, tentano di creare un’esperienza teatrale del tutto priva di oggetti falsi. Lo spettacolo viene presentato in prima nazionale.

Il corpo umano viene mostrato nelle reali condizioni in cui la creazione avviene, cercando di rendere la vita umana più densa nel presente e scolpire nel marmo il segno che dimostrerà nel futuro di essere esistiti.

Quattro danzatrici e una cantante, accompagnate dalla musica dal vivo, affrontano sul palco la materia dell’eternità, il marmo, creando un’opera attorno alla battaglia umana con il tempo e lo spazio, con la gravità e il declino.

Le artiste iniziano la loro ricerca nel mitico oceano cosmico delle infinite possibilità, in volumi, forme e misure illimitate, e finiscono per lavorare con i concetti pitagorici di base della creazione e della geometria. Sfere, cubi, tetraedri, icosaedri. Sul palco si dispiega un universo archetipico mentre queste “creatrici” sprofondano nella forma e nel peso degli oggetti, sapendo che tutto finirà perché la presenza umana è sempre effimera.

Linda Kapetanea e Jozef Frucek, fondatori della compagnia greca di danza RootlessRoot e alla direzione artistica della rassegna di danza Resistere e Creare per il trienno 2022-2024.

Fondata nel 2006 ad Atene, la compagnia nasce dalla necessità di sviluppare un proprio linguaggio artistico, definito come primitivo e crudo. RootlessRoot è il mezzo artistico della loro filosofia pratica, la via per scoprire le loro capacità e soddisfare il loro desiderio di immergersi nelle profondità dell’essere umano. Le loro opere, installazioni, performance di medie e grandi dimensioni, sono state presentate in 21 paesi. Hanno collaborato con Akram Khan nel suo assolo DESH, Staadsteater Kassel Dance Company, Dot 504, Helsinki Dance Company Finland, e molte altre compagnie e istituzioni. The Onassis Cultural Centre Athens ha prodotto e presentato i loro pezzi Eyes In The Colors Of The Rain (2011), Kireru (2012) e Europium (2015), supportandoli nella tournée. Dal 2006, stanno sviluppando la pratica Fighting Monkey, incentrata sui principi basilari del movimento e dello sviluppo umano, portandola in tutto il mondo. La pratica del Fighting Monkey coniuga movimento, apprendimento, comunicazione, creatività, improvvisazione e ri-immaginazione del processo e dell’esperienza dell’invecchiamento.
Linda Kapetanea dirige inoltre il Kalamata Dance Festival. Entrambi insegnano in numerose accademie di danza in Europa.

CREDITI:
Direttori artistici e coreografie Rootlessroot – Linda Kapetanea, Jozef Fruček

Composizione musicale Vassilis Mantzoukis

Interpreti Anna Calsina Forrellad, Elena Topalidou, Hyajin Lee, Linda Kapetanea, Martha Frintzila

Musicisti Kostas Nikolopoulos, Nikos Papaioannou, Panagiotis Manouilidis

Scenografia e contributi visivi Pagina Thomas Randall, Peter Randall

Supervisione set Paris Mexis

Progettazione del suono Christos Parapagides

Ingegneria del suono Yannis Skandamis

Luci Periklis Mathiellis

Costumi Isabelle lhoas

Testi: Jozef Fruček

Redazione testi Joanna Nasiopoulou

Fotografia Alexandros Papathanasopoulos

Canzone aggiuntiva “How shoved i your true love know”

Testi The first of shakespeare’s ofelia’s “mad songs”, amleto, atto iv scena 5 ,musica tradizionale di autore sconosciuto

Sostenuto da Iktinos Marmaron

Gestione della produzione e tour Cultόpια

Produzione Onassis Stegi

Supporto alla tournee internazionale Ministero Ellenico della Cultura e dello Sport

Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse onlus

Piazza Renato Negri,6 – 16123 Genova

p. iva 01519580995 | codice identificativo 5RUO82D

info@teatrodellatosse.it

Botteghino +39 010 2470793

Uffici +39 010 2487011