Amletto

  • '

Amletto

Un anziano attore, interpretato da Enrico Campanati, cerca di ricostruire nella propria memoria i personaggi dell'Amleto di Shakespeare. 

Un anziano attore, interpretato da Enrico Campanati, cerca di ricostruire nella propria memoria i personaggi dell'Amleto di Shakespeare. Nella sua lunga carriera è stato Orazio, è stato il re Claudio, è stato lo stesso Principe di Danimarca, è stato Polonio, le voci di tutti questi personaggi si mescolano nella sua testa, lo confondono, riemergono come in sogno, forse come in un incubo. L'incubo peggiore di ogni attore: quello di dimenticare. Esiste una sindrome che colpisce chi nella vita ha utilizzato la memoria come strumento di lavoro, molto diffusa quindi tra gli attori. Chi ne viene colpito non dimentica tutto, ma la sua memoria si trasforma: i ricordi appaiono come brandelli tra loro sconnessi. Il protagonista del nostro Amletto cerca di ricucire insieme questi brandelli, mescolando le parole dell'Amleto con i suoi personali ricordi di palcoscenico; interpretando tutti i personaggi e perdendosi nei ricordi della propria vita, dei propri errori e dei propri rimpianti.

Uno spettacolo divertente e poetico che, mettendo in scena il più noto dei drammi shakespeariani, parla del teatro, della memoria, della vita.

testo e regia Emanuele Conte

con Enrico Campanati

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2017

Top