08 marzo - 10 marzo

PIOMBO

  • Dino Campana
  • 100'

Dino Campana

100

una canzone vi seppellirĂ 

Piombo è un musical d’autore che porta in scena fatti e personaggi emblematici del terrorismo in Italia, rievocando gli sconvolgenti cinquantacinque giorni del sequestro Moro. Piombo è un “musical d’autore”. Associare la parola “musical”, con tutto il suo bagaglio di immaginario collettivo, a espressioni come anni di piombo e brigate rosse appare quasi una contraddizione. Ma è in questo contrasto che si svela il cuore del progetto che vuole raccontare in un modo nuovo un periodo storico drammatico, archiviato forse troppo velocemente.

Cinque attori e due musicisti sul palco portano in scena fatti e personaggi emblematici del terrorismo in Italia, rievocando gli sconvolgenti cinquantacinque giorni del sequestro Moro e riportando in vita un periodo storico che sembra lontano anni luce dalla società di oggi, eppure pieno di inquietanti similitudini col presente. Piombo è un modo nuovo di raccontare una delle pagine più controverse della storia italiana e uno degli episodi più bui della nostra repubblica: i protagonisti del “sequestro Moro” prendono vita sul palco e vengono mostrati attraverso un punto di vista inedito, lontano dalla retorica e dai luoghi comuni. Piombo coinvolge il pubblico a un livello profondo e viscerale come solo la musica può fare.


libretto, musiche, testi e regia Gipo Gurrado

con Enrico Ballardini, Davide Gorla, Giulia D’Imperio, Andrea Lietti, Elena Scalet, GIpo Gurrado (live electronics, chitarre, piano), Mauro Sansone (batteria)

scene e costumi Vittoria Papaleo

luci Monica Gorla

audio Gabriele Simoni (Indiehub)

fotografie Michela PIccinini
Produzione Odemà – Tiktalik Teatro

Cosa avrei fatto io se avessi avuto venticinque o trent’anni nel 1978? Cosa avrei fatto se fossi stato un operaio della Siemens? Mi sarei unito alle proteste e alle lotte operaie? E se fossi stato un politico da che parte mi sarei schierato durante il caso Moro, con il fronte della fermezza o con chi chiedeva una trattativa? E se fossi stato un militante della lotta armata avrei avuto il coraggio di darmi alla clandestinità o sarei rimasto con la mia famiglia? E se fossi stato un ostaggio avrei implorato pietà o mi sarei mostrato forte e coraggioso? E se avessi avuto una pistola in mano alla fine avrei avuto il coraggio di sparare? Sono domande impossibili alle quali non si può rispondere, ma si può cercare di capire, di ricostruire, di immaginare. Perché il nodo con il passato è legato stretto e bisogna cercare di scioglierlo delicatamente altrimenti si strappa il filo che ci lega al passato e tutto va perso. E il teatro, la musica, possono provare a sciogliere questo nodo.


Calendario e biglietti

Prezzo intero 14,00 €
marzo 2018
8
giovedì
alle ore 20:30
9
venerdì
alle ore 20:30
10
sabato
alle ore 20:30

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2017

Top